News
Mal francese 4 anni fa - lunedì 4 novembre 2013
Ne soffre buona parte dell’economia italiana, in preda agli appetiti dei cugini d’Oltralpe. Alitalia è uno dei tanti casi. È di questi giorni la notizia che il socio Air France forse non parteciperà al suo aumento di capitale e, anzi, ha pure messo a bilancio che la sua partecipazione in Alitalia vale zero euro.
Ne soffre buona parte dell’economia italiana, in preda agli appetiti dei cugini d’Oltralpe. Alitalia è uno dei tanti casi. È di questi giorni la notizia che il socio Air France forse non parteciperà al suo aumento di capitale e, anzi, ha pure messo a bilancio che la sua partecipazione in Alitalia vale zero euro. Una logica c’è: Alitalia perde quattrini e lo farà a lungo; più che pagare per il dubbio privilegio di esserne azionista bisognerebbe farsi pagare. Ma nella testa dei francesi probabilmente c’è ben altro: giocano al gatto e al topo. Dire che la propria partecipazione in Alitalia vale zero equivale a sostenere che anche il resto della società vale zero e se lo dice un azionista importante e competente tutto il mercato ne terrà conto. Air France sta, quindi, cercando il modo di portarsi a casa tutta quanta la nostra compagnia per un solo euro simbolico, cacciando fuori gli azionisti attuali. È una strategia simile con quella che attuò la francese Edf quando si prese l’italiana Edison. I transalpini ne iniziarono l’acquisizione oltre dieci anni fa, ma furono stoppati dal governo che si inventò una norma per congelare i loro diritti di voto. Edf, però, non cedette e alla fine divenne azionista di riferimento in cordata con la municipalizzata nostrana A2A. Attese anni, e quando A2A fu costretta a mollare la presa (quella cordata era stato un cattivo affare) si offrì di comprarsi tutta quanta Edison, e lo fece a prezzi così stracciati che intervenne perfino la Consob per chiederle di tirare un po’ su il prezzo. Con Alitalia scommetto che finirà alla stessa maniera. La consolazione è che i piccoli risparmiatori ne sono finalmente fuori, cosa che non può dire per l’altra preda dei Galli, Parmalat, dove gli azionisti di minoranza sono alle prese con lo “svuotamento” delle casse ad opera dei nuovi padroni. Dì la tua sull’affare Air France-Alitalia e vota il sondaggio su questo sito.

condividi questo articolo