News
Tentazioni 4 anni fa - lunedì 14 aprile 2014
In Quaresima le tentazioni sono all’ordine del giorno e la nuova emissione di titoli di Stato greci, la prima dopo il default del Paese, con quel 4,95% lordo mi ha messo a dura prova.
In Quaresima – a proposito: Auguri! – le tentazioni sono all’ordine del giorno e la nuova emissione di titoli di Stato greci, la prima dopo il default del Paese, con quel 4,95% lordo mi ha messo a dura prova. Molti commentatori hanno salutato l’evento come un ritorno di Atene alla normalità, tanto più che il Fondo Monetario, il guardiano delle finanze mondiali, ha già previsto che l’economia del Paese ellenico nel 2015 farà un balzo del 2,9%: un livello che l’Italia si sogna, se va bene, in un paio di dormite. Il 4,95% lordo annuo (netto è intorno al 4,33%) offerto da Atene in tempi di vacche magrissime e di tassi d’interesse risicati è senz’altro un rendimento “sexy”. Tuttavia prima di cedere alla tentazione… mi son dato al gossip. Ecco quel che ho trovato. Più di un quarto della popolazione greca è disoccupata e il dato tra i giovani sale a oltre la metà. Male, ma è pure peggio quel che le malelingue dicono: non basteranno cinque anni per tornare a una normalità! Tanto. E non finisce qui. Il Paese è ancora giudicato così poco affidabile che fatica a rifornirsi di medicinali: le case farmaceutiche non li consegnano più. Se l’inverno scorso vedeva i greci intenti a bruciare i mobili di casa per scaldarsi, articoli di cronaca recente descrivono un contrabbando di farmaci antitumorali, quelli riservati alle farmacie ospedaliere che, rubati dai nostri ospedali, attraverso i nostri porti, raggiungono la Grecia. Intraprendenza italica o disperazione greca? Non lo so, e quando non so, non compro. La Grecia mi pare malmessa e i bond greci li lascio alle banche che li hanno magnificati e se li sono acquistati. Memore dei casi Cirio e Argentina mi viene pure il sospetto che prima o poi te li propongano. Sarà la conferma che non sono un buon affare: non farti tentare.

condividi questo articolo