News

La bolla sbagliata

4 anni fa - lunedì 14 luglio 2014
Qualcuno mi ha scritto preoccupato per le obbligazioni in euro a 15-20 anni che consigliamo.
Qualcuno mi ha scritto preoccupato per le obbligazioni in euro a 15-20 anni che consigliamo. Ha letto che c’è una “bolla” sui titoli europei i cui prezzi sarebbero tenuti artificiosamente alti dalla politica messa in atto dalla Bce, una politica che non potrà durare a lungo, a meno di ipotizzare per il Vecchio continente un futuro “giapponese”, ossia niente crescita economica e calo generale dei prezzi, cioè deflazione, per anni. Se sei uno di questi lettori che ha voluto condividere con me le sue preoccupazioni mi sento di poterti in qualche misura rassicurare e confermarti le strategie che oggi ti consigliamo per i tuoi investimenti nell’eurozona. In primo luogo parlare di bolla speculativa per i bond non è mai corretto. Salvo il caso di fallimento dell’emittente si arriva sempre a un rimborso a prezzo di 100. Basta tenere i bond fino a scadenza e il rendimento risulterà comunque predicibile (è quello che trovi nella tabella Le migliori obbligazioni di questa settimana a pagina 11). In secondo luogo se pure è vero che probabilmente la Banca centrale europea non terrà i rendimenti così bassi e di conseguenza i prezzi dei bond non saranno così alti in eterno, è anche sbagliato precorrere troppo i tempi temendo la bolla sbagliata: non ci aspettiamo una risalita dei tassi in tempi brevi. Noi siamo qui e ti diremo per tempo quando accorciare la durata dei tuoi titoli in euro. Intanto ti porti a casa un rendimento che non ha alternative: i conti di deposito sono stati azzoppati dal fisco che ha alzato le tasse al 26% e dallo “sfiorire” delle promozioni sempre meno appetibili. Le azioni sono ai massimi di sempre e il nervosismo di questi giorni per Espirito Santo non spinge a incrementare la tua esposizione in Borsa, sbilanciando un portafoglio ben calibrato.

condividi questo articolo