News
Rassegnati! 3 anni fa - lunedì 5 ottobre 2015

Rassegnati!

Auto o azione che sia la Ferrari non è facile da comprare. Il cavallino rampante sta per essere quotato a New York, ma diversamente rispetto a quello che succede per Piazza Affari, gli sbarchi a Wall Street sono materia per pochi eletti. Le azioni da quotare, infatti, vengono girate alle banche che a loro volta le girano (se vogliono) alla loro clientela. Sei cliente di una banca americana che avrà le azioni Ferrari? Sei a posto. No? Allora: ciccia! Il che è un peccato, perché pare che le richieste superino dieci volte le azioni offerte. Ciò, di solito, porta a una fiammata in Borsa delle matricole subito dopo la loro quotazione, offrendo un’occasione ghiotta per speculare. Speculare e stop! Infatti, come è cara la rossa a quattro ruote, così, te lo diciamo da tempo, finirà per essere caro il titolo Ferrari. Questo ragionamento vale tanto più che il buon Marchionne scorporandolo da FCA lo ha caricato di debiti per alleggerire la situazione del vecchio Lingotto. Anzi, te lo dico fuori dai denti, l’occasione è ghiotta proprio per FCA che, dopo la cura dimagrante sui debiti caricati sul cavallino da soma, si ritroverà più in forma di prima per continuare nel suo tentativo di seduzione nei confronti di General Motors. Chissà che la pazza idea di speculare sul colosso di Detroit per puntare sui poteri seduttivi di Marchionne di cui ti ho parlato due settimane fa, non ne esca rafforzata! Rassegnati e dimenticati la rossa, ma scommetti sulla bionda: compra azioni General Motors (32,09 dollari - Isin US37045V1008).

 

 

 
                                                                                           Vincenzo Somma
                                                                        direttore responsabile Altroconsumo Finanza

condividi questo articolo