News
Realtà oltre la fantasia un anno fa - lunedì 7 novembre 2016
Perché le previsioni peggiori s’avverassero c’è voluto un battito di ciglia.
In neanche un mese il prezzo del BTp cinquantennale, quello con scadenza 2067, che ti avevo sconsigliato di sottoscrivere, nell’editoriale La fontana di Trevi, è già crollato di un buon 9%. Ora lo puoi comprare a 91. Non lo fare. Ti dirò di più. Anzi te lo ripeto, perché te l’ho già detto da tempo: non farti sorprendere con in mano dei BTp. Vendili. Tutti! Indipendentemente dai risultati di queste elezioni Usa i riflettori sono puntati sul nostro referendum di dicembre e non è escluso che ci sia maretta. Come? Non vuoi vendere i BTp che già hai perché ti garantiscono ogni anno fior di cedoloni? Se vendi ora il prezzo a cui lo fai include già i cedoloni futuri, solo che li incassi in anticipo e in una botta sola. Per esempio se vendi il BTp 4% 1/9/20 lo fai a un prezzo di 114, molto più dei 100 che incasseresti tenendo il titolo fino al 2020. Il maggior prezzo sono grosso modo le cedole (4+4+4+4), per cui non ci perdi. Anzi, se li hai comprati quando te l’ho detto, ci hai di certo guadagnato, ma soprattutto, metti al sicuro i tuoi soldi. È, infatti, il momento di “stare liquidi” e tenere una fetta dei tuoi soldi su un bel conto di deposito, magari associandogli un Etf e un bond opportunamente scelto secondo la strategia che ti indico a pagina 10. Dopo il referendum ne riparliamo. La maretta che si prepara sull’Italia è tale che risultiamo, pensa un po’, rischiosi il doppio della Spagna. E, già che ci sei, visto che la sorte di Mps è strettamente legata a quella dei conti pubblici italiani, ti sei ricordato di vendere i titoli Mps che hai in tasca? Ancora no? Corri a farlo subito e anche, qui, non farti tentare dai prezzi per un acquisto. Ti ho messo addosso un po’ di panico? Meglio così: sai com’è... uomo avvisato, magari ti ascolta.

condividi questo articolo