News
#STAISERENO un anno fa - venerdì 23 dicembre 2016
La notte prima dell’antivigilia di Natale il governo stacca un assegno di 20 miliardi per tutte le banche in crisi. E il 2016 così si chiude. Amen. Stai sereno dunque. Già, perché gira già voce che 20 miliardi son pochi e che ne servono 30. Ma dove li piglia il governo tutti ‘sti soldi? Che domande! In banca, no! Cioè, magari non proprio in banca, ma comunque facendoseli prestare. Altri debiti. Ecco. Peccato che i debiti si pagano, sennò fai, o fai fare a qualcuno, la fine del Montepaschi. Ma come si ripagano ‘sti nuovi debiti? Santa ingenuità, ma guadagnando di più! Cioè con nuove tasse! Ad esempio l’idea di alzare il bollo sul conto titoli secondo me ci sta tutta. Però il gettito complessivo del bollo sugli investimenti è oggi di circa 4 miliardi. Per far su 20 miliardi dovrebbe moltiplicare per 6 il bollo e farlo salire all’1,2%. Troppo smaccato. In queste cose ci vuole discrezione e passo felpato. Farà un po’ di bollo (magari allo 0,4%) e anche altro. Ad esempio alzerà le tasse dai guadagni sugli investimenti. Con l’aliquota al 26% valgono circa 13 miliardi di gettito. Se l’alza qualche altro miliardino lo trova. Ma non basta: mica può raddoppiarla! Farà un po’ di bollo, un po’ di tasse sui capital gain e anche altro. Dalle successioni viene oggi mezzo miliardo. Tagliando le franchigie e aumentando le aliquote potrebbe venire via un altro mezzo miliardo. Non basta ancora. Ci vuole anche altro, magari un prelievo forzoso sui conti correnti. Nel ’92 Giuliano Amato lo fece del 6 per mille che oggi, su 1.000 miliardi di depositi bancari, farebbero 6 miliardi… Stai sereno che, gratta qui, gratta là, i soldi li trovano. Su www.altroconsumo.it/finanza puoi dire la tua al sondaggio su: “Che farà il governo per trovare i soldi?”. Maggiori accise sulla benzina? Bollo più alto? Imu sulla prima casa... così, giusto per ingannare l’attesa. Per stare sereni.

 

 

 

 

 

 

 

 
                                                                                           Vincenzo Somma
                                                                        direttore responsabile Altroconsumo Finanza

condividi questo articolo