News
L'asteroide 6 mesi fa - lunedì 12 febbraio 2018

I dinosauri si sono estinti perché un asteroide ha colpito la terra. Booooooom e fine fu. È successo 66 milioni di anni orsono. Ma gli asteroidi non son mica finiti allora. Venerdì scorso a noi è comunque andata meglio: l’asteroide 2018 CB è passato a 65.000 chilometri dalla terra senza fare danni neppure alla Tesla Roadster lanciata sopra le nostre teste. Fiuuuuuuu! Ma l’appuntamento con la fine del mondo è solo rimandato: il 1999 RQ36, un altro grande asteroide, colpirà la terra nel 2182. Beh, per l’esattezza gli astrofisici stanno ancora calcolando la rotta esatta, ma hanno bisogno di ulteriori dati prima di essere sicuri sicuri. E così stanno col naso all’insù. Stanno a guardare. Traccheggiano. Il mio astrofisico personale –si chiama Guglielmo, te ne ho già parlato, è lui che gestisce i nostri modelli di portafoglio – traccheggia anch’egli. Col naso chissà dove, mi dice di stare tranquillo: la Borsa di New York ha solo scoperto il rialzo dei tassi Usa che verrà. Cioè, non l’ha proprio scoperto, perché lo sapeva da tempo, più che altro lo ha interiorizzato meglio. Da lì il calo. E noi tutti, dopo anni di vacche grasse, ci siamo dimenticati che settimane da schifo, per chi investe in azioni, sono sempre state la normalità, almeno fino a che le banche centrali non ci hanno dato i soldi “facili”. In questo contesto mi viene da ricordare: primo che il rialzo dei tassi è evidente negli Usa, ma non in Europa; secondo che anche negli Usa la piena normalità (cioè quando la Fed avrà finito di ritirare tutti i quattrini che ha messo in giro) arriverà solo fra un paio d’anni. Morale della favola? Portafogli confermati. Ecco. Ma se la Borsa crolla davvero, Guglielmo non lo sa. Non lo so neppure io. Non lo sa nessuno. Tutti a calcolare l’orbita. Tutti col naso all’insù: astrofisici, economisti, premi nobel e cialtroni. Settimana scorsa ti ho detto che finché l’indice S&P 500 della Borsa Usa resta sopra 2.500 possiamo sperare nella sopravvivenza. Oggi aggiungo che se scende al di sotto di 2.500 bisogna mettere in conto un altro 20% di perdite. Almeno. Di qua e di là dell’Atlantico. Per non saper né leggere, né scrivere, il 31 dicembre 2181, io, se avessi un razzo, andrei a farmi un giro alla faccia di tutti gli astrofisici. Poi, se l’RQ36 ci scansa, torno a casa, sennò… Ecco, all’interno del numero, in Detto tra noi, ti ho riassunto il manuale per pilotare il tuo razzo.

 

Vincenzo Somma

Direttore responsabile Altroconsumo Finanza

condividi questo articolo