News
Roarrrr 6 mesi fa - lunedì 12 marzo 2018

 

Lo so, hai subito pensato a Shinoara, il pittore pugile – famoso per l’infilarsi dei guantoni da boxe, intingerli nel colore e menare cazzotti alle tele bianche – e al suo Love is a Roar-r-r!L’amore è un ruggito!, la mostra che ha rinfocolato la pop art. No. Qui di amore non ce n’è. Già perché il ruggito che ho udito è vero ed è quello di un leone. Magnifica bestia, per carità, che però è meglio ammirare da lontano. Ecco, credo che sia venuto il momento di concludere il nostro safari finanziario in Sudafrica o, almeno avviarci verso l’uscita del parco. Che è successo? Il Parlamento del Paese ha votato una norma che apre la strada all’esproprio delle terre dei bianchi a favore dei neri, senza alcun indennizzo. Meglio, il Parlamento ha votato una mozione per cambiare la Costituzione là dove vieta espressamente che si possa espropriare una proprietà senza dare indennizzi. Ora, visto che il nuovo presidente Cyril Ramaphosa che ha sostituito Zuma alla guida del Sudafrica è tutto fuorché stupido e inesperto al punto da capire che a mettere in dubbio la proprietà privata gli investitori fuggono (vedi quanto è successo in Zimbabwe), mi viene da pensare che si tratti solo di una manovra che ricompatta la base del suo partito su un tema (la riforma agraria) sul piatto da lustri, ma mai andata a buon fine. In sé, non mi attendo sconvolgimenti, ma in qualche maniera il livello di rischio del Paese (o almeno la sua percezione, cosa che per i mercati cinici e bari è lo stesso) è cresciuto e, dopo la risalita del rand negli ultimi mesi, non vedo più tutti questi motivi per investirci denaro fresco. Per questi motivi i bond in rand passano da acquistare a mantenere (e escono dai nostri portafogli). Con cosa li sostituiamo? Al momento c’è un altro grande Paese in via di sviluppo che ha patito, ma che conserva potenzialità di recupero: è il Messico. La politica di Trump (rafforzamento del muro sul confine, polemiche sul trattato di libero scambio nordamericano) fin qui ha messo sotto scacco il peso che oggi risulta sottovalutato rispetto all’euro. E i bond? Hanno rendimenti elevati, anche quelli di emittenti ultrasicuri come la Bei. A pagina 15 vedi la nuova fotografia dei portafogli così come li devi comporre oggi e in Detto tra noi trovi le motivazioni tecniche per il nostro cambio di consiglio, così come l’elenco dei bond che puoi acquistare. Roarrrr!  

 

Vincenzo Somma

Direttore responsabile Altroconsumo Finanza

 

condividi questo articolo