News

Vendo anch'io?

3 mesi fa - lunedì 10 dicembre 2018
No tu no!” questa è la risposta che qualcuno ogni tanto spera di ricevere quando mi scrive ...
Bandiera United Kingdom

Bandiera United Kingdom

No tu no!” questa è la risposta che qualcuno ogni tanto spera di ricevere quando mi scrive: “avete detto di vendere il titolo tal-dei-tali, ma io in questo momento ci sto perdendo, il consiglio vale anche per me?”. La risposta ovviamente è sempre “”: se un consiglio c’è ed esce su queste pagine vale per tutti indistintamente e senza metterci di mezzo dei “se” o dei “ma”. E le obbligazioni in sterline non fanno eccezione. Quando ti ho detto di scappare dalla valuta inglese il motivo era che col governo di Londra che perdeva i pezzi e mille polemiche che montavano, ho iniziato a temere che non ci sarebbe stata una Brexit morbida, ma un divorzio conflittuale e pericoloso tra Londra e Bruxelles (di recente la conferma del possibile disastro è venuta da stime della Banca centrale britannica). Le notizie che sono venute nelle settimane successive non hanno fatto altro che confermarmi in questa preoccupazione. In questi giorni inizieremo ad avere una risposta. Ti scrivo, infatti, a poche ore di distanza dal voto di Westminster in cui si deciderà se approvare l’accordo tra la May e l’Europa. I pronostici per ora danno per scontata una bocciatura, visto che i Conservatori sono divisi tra loro e il piccolo partito nordirlandese che li stampella coi suoi dieci voti vuole affossare tutto perché teme che la Brexit morbida prevista dall’accordo finisca per avvicinare Belfast a Dublino separandola da Londra. Nel caso in cui i pronostici siano sconfessati ti invito a venire sul nostro sito per vedere se ci sono cambi di strategia. Nel caso in cui i pronostici si avverino si aprono, invece, scenari più complicati ancora. Sì andrà verso una uscita violenta di Londra dall’Ue? Oppure si rinvierà la scadenza del divorzio? Cadrà il governo May? Addirittura la Gran Bretagna farà marcia indietro decidendo di rinunciare del tutto alla Brexit? I primi scenari sono i peggiori, l’ultimo potrebbe invece resuscitare la sterlina. Fatto sta che al momento, in attesa di capire che segno prenderanno gli eventi tu i bond in sterline non devi averli in mano. Troppe le incertezze! Per le azioni inglesi il discorso è diverso: Londra resta una Borsa con titoli di forza mondiale. Lì qualcosa lo puoi investire. Certo devi tenere conto che si tratta pur sempre di azioni. Se sei uno che non ha pazienza non fanno per te, né quelle inglesi, né quelle di qualsiasi altra Borsa.

condividi questo articolo