News

Ok, la quota è giusta

un mese fa - lunedì 7 gennaio 2019
100, 100, 100! Questo era l’urlo che si alzava dal pubblico ...
Pensione

Pensione

100, 100, 100! Questo era l’urlo che si alzava dal pubblico in uno dei momenti più importanti di Ok, il prezzo è giusto, la storica trasmissione tv. Anzi più che di urlo si poteva parlare di coro, visto che la conduttrice era Iva Zanicchi. Quota 100, nel programma televisivo, si poteva raggiungere con un giro della ruota della fortuna e permetteva ai concorrenti non solo di assicurarsi un premio di 1 milione di lire, ma, soprattutto, di accedere alla fase finale del programma. Ecco, ora Iva il programma non lo fa più, ma quota 100 è rimasta il sogno di tanti, compresi alcuni membri del governo. A tal punto che l’hanno inserita nella manovra finanziaria: e 100 è la soglia che ti premia facendoti arrivare alla fase finale della tua carriera lavorativa spalancandoti le porte della agognata pensione. Nelle pagine seguenti trovi nel dettaglio le caratteristiche della riforma, comunque in soldoni la novità è che potrai andare in pensione prima: con quota 100 potrai iniziare ad andare in pensione anche già da 62 anni senza aspettare i 67 anni della pensione di vecchiaia. Che bello, cinque anni di vita “libera” in più, sembrano davvero un grande premio, ma attenzione: niente è gratis! Il prezzo dei 5 anni di libertà possono costarti anche il 30% della pensione che avresti avuto. Se poi tieni conto che già di suo questa può esser pari alla metà dell’ultimo stipendio percepito prima di andare in pensione… Devo aggiungere altro? Se vuoi vivere in modo dignitoso quei cinque anni da pensionato in più concessi da quota 100, di pensione devi fartene un’altra. Al momento, il modo migliore di farsi questa pensione “integrativa” per arrotondare l’assegno pubblico è quello di aderire a un fondo pensione. Ce ne sono tanti sul mercato, da quelli sottoscrivibili solo da chi fa un certo lavoro, a quelli aperti a chiunque. Li abbiamo analizzati tutti e in questo numero trovi quelli migliori. È una scelta che devi fare adesso – o se non devi farla tu, puoi aiutare i tuoi figli o nipoti a farla – e che ti permette di goderti la pensione con qualche soldino in più. Senza Iva. E senza dover sperare nel giro della ruota della fortuna.

Vincenzo Somma

Direttore Responsabile Altroconsumo Finanza

condividi questo articolo