News

Mustafà e Brexit

2 mesi fa - lunedì 25 marzo 2019
Mustafà è nero, ma che dico nero? Di più. Nivuro, nivuro. Dalla punta del naso all’estremità della coda, e nerissimi sono anche i cuscinetti sotto le zampe. Mustafà è un gatto.
Brexit

Brexit

Un gattino per il momento. Quando ha voglia di uscire miagola di fronte alla porta. Tu apri e lui che fa? Lui se ne va via. Dopo un poco torna e miagola. Riapri la porta e lui che fa, esce? Mavalà, lui torna dentro. Poi rimiagola. Vuole uscire, ma non lo fa. E via così. Tu lo metti fuori e lui rientra. Miagolando. Di gatti non capisco molto - il gatto non è mio, è dei miei figli - ma pare facciano un po’ tutti così. Brexit, infatti, è il gatto della ministra degli Affari europei francese Nathalie Loiseau. L’ha chiamato così perché anche lui, come gli inglesi, miagola per uscire, ma poi non esce. Lei lo mette fuori e lui si lamenta. Miagola. Vuole rientrare. E via così… Roba da gatti. In effetti, con le ultime concessioni europee, Theresa May sta dimostrando virtù feline inaspettate - oltre alla sua ben nota capacità di cadere sempre in piedi dopo ogni bocciatura subita in Parlamento. La Brexit sarà rinviata fino al 12 aprile, per dare tempo questa settimana ai deputati di Westminster di dire sì all’accordo che hanno già bocciato. Se diranno no ci sarà la Brexit dura senza accordi o – miao – un rinvio di diversi mesi per permettere ai britannici di partecipare alle elezioni di maggio per il Parlamento europeo. Gli investitori sono rassegnati all’attesa. Tu non farti problemi. Primo, hai già ridotto da tempo la quota di azioni inglesi che hai in mano e, onestamente, quello che hai ti permetterebbe di sfruttare un eventuale rimbalzo della Borsa una volta che saranno finite le incertezze. Secondo, dovresti essere tranquillo anche coi prodotti come fondi comuni e Etf: i principali fondi britannici son già corsi ai ripari lussemburghesizzandosi (hanno creato un fondo fotocopia in Lussemburgo dove dirotteranno gli attivi se sarà necessario). Terzo, il governo italiano ha approvato un decreto legge con cui prevede un periodo transitorio di alcuni mesi per evitare il caos e dare modo di avere un’uscita ordinata dai prodotti finanziari britannici. Quarto, per i prodotti di cui c’era vero sentore di Brexit dura, ti ho già detto vendi. Quinto, vatti a vedere la foto di Mustafà, la trovi sul nostro account Facebook qui https://www.facebook.com/Altroconsumo-Finanza-108895322369/.

Vincenzo Somma

Direttore Responsabile Altroconsumo Finanza

condividi questo articolo