News

Il Signor Rossi

un mese fa - lunedì 15 aprile 2019
Ha 55 anni e guadagna 50.000 euro netti l’anno. Un gran bello stipendio: tredicesima compresa fanno suppergiù 3.850 euro al mese. 
Editoriale

Editoriale

Ma il Signor Rossi se la passa male. Perché? Perché è pieno di debiti. È sempre stato spendaccione: vacanze in Sardegna, fine settimana alternati tra lo sci, la vela e l’agriturismo. Così, giusto per non annoiarsi. Il Signor Rossi ha sempre vissuto al di sopra delle sue possibilità e ora si trova sul groppone 66.000 euro di debiti. E non per comprarsi casa – quella non ce l’ha, l’affitta – ma per comprarsi l’ultimo modello di auto. Deve soldi a tutti: ai parenti che gli hanno finanziato le vacanze, alla banca con cui è in rosso. Il Tfr se l’è già fatto anticipare da un pezzo. I debiti gli costano circa 1.800 euro l’anno di interessi. In fondo è poco. Ma solo perché il Signor Rossi il capitale non lo restituisce mai. O meglio lo restituisce sì a uno, ma solo col nuovo prestito ottenuto dall’altro. Un bel sorriso abbronzato lo aiuta a vincere le diffidenze di tutti. Di economie non se ne parla. Anzi. Ultimamente il Signor Rossi è convinto che gli daranno un aumento di stipendio e con questa convinzione chiede altri soldi. Il nostro Signor Rossi dice in giro: Ho parlato col mio capo e, se tutto va bene, mi darà un bonus e con quello restituisco tutto. Ora, se fossi chiamato in causa tu, saresti poi così tranquillo a prestargli soldi? E se fossi uno degli amici che ancora aspetta i prestiti della vacanza in Sardegna del 2015, saresti sereno all’idea che il Signor Rossi, anziché tirare un po’ la cinghia, viva nella speranza di un aumento di stipendio? Soprattutto di questi tempi con l’economia che va male ovunque, con i datori di lavoro che fanno fatica a far quadrare i conti e il mondo è pieno di disoccupati? Ora sostituisci il Signor Rossi con l’Italia – le cifre citate, in percentuale sullo stipendio del Rossi, sono le stesse che il Fondo monetario internazionale osserva sul Pil italiano - e capirai bene perché continuo a dirti di non investire in BTp. In Detto tra noi ti aggiorno addirittura su quali sono i titoli che devi mettere in un “portafoglio cassaforte” che metta completamente al sicuro i tuoi soldi se il Signor Rossi dovesse restare disoccupato o (il che è lo stesso) l’Italia far saltare il banco coi creditori.

Vincenzo Somma

Direttore Responsabile Altroconsumo Finanza

condividi questo articolo