News

Minni BoT

un mese fa - lunedì 17 giugno 2019
Sì, è proprio lei, è l’eterna fidanzata di Topolino: Minni.
Editoriale Altroconsumo Finanza

Editoriale Altroconsumo Finanza

Sembra che in un’intervista Walt Disney in persona abbia dichiarato che in realtà Topolino e Minni si sian sposati in gran segreto. Non so il vero motivo per cui abbiano tenuto nascosto il loro matrimonio, ma so per certo che preferiscono vivere da separati, ognuno nella propria casetta di legno col giardinetto e la staccionata bianca. Le malelingue dicono che è perché Minni è una spendacciona e Topolino ha paura che, se si sapesse in giro del loro matrimonio, poi i creditori verrebbero a pescare lui che è in comunione dei beni. Capiamola, classe 1928, Minni viene da una famiglia di agricoltori che deve aver patito in pieno tutte le difficoltà della grande depressione americana degli anni Trenta. Con un tale passato di privazioni hai voglia che bisogno di rivincita le deve essere rimasto dentro… ed è per questo che ha iniziato a spendere e spandere in vestiti seguendo tutte le mode (i tailleurini a pois con cui l’abbiamo vista così spesso ne sono un esempio). Anzi, spende così tanti Toploni – la valuta di Topolinia – che ha fatto debiti con tutti i negozianti del centro affascinati dalla sua celebrità da star di cinema e fumetti. Tailleur dopo cappellino i debiti son cresciuti così tanto che i negozianti, non più sazi dal solo avere una cliente star, un giorno si son presentati a batter cassa. E che ha pensato bene di fare Minni? Pagare? Mavalà, ha firmato tante piccole cambiali che valgono un Toplone ciascuna, le ha consegnate ai commercianti perché le… spendessero. L’hanno fatto. Ora non c’è un topolinese che prima o poi non se ne sia ritrovato uno tra le mani, magari come resto del caffè al bar o dal giornalaio. Topolinia ne è invasa. Tutti le chiamano Minni BoT – Buoni ordinari di Topolinia. Ed è così che si è alzato forte e chiaro lo squittio di Sbancor, il governatore della Banca centrale di Topolinia: “No, ragazzi a Topolinia si usano i Toploni e solo quelli, e poi i Minni BoT sono un altro debito di quella spendacciona che si aggiunge a tutti i debiti che già ha!”. Minni dice il contrario, dice che i Minni BoT stanno facendo la felicità dei negozianti e che con il suo shopping “intenso” sta rilanciando l’economia di Topolinia. Secondo te chi ha ragione? Il governatore Sbancor, oppure Minni? Dimmi la tua: scrivimi a direttore@altroconsumo.it. Ah!, ogni riferimento ai mini BoT di cui tutti oggi parlano è espressamente voluto.

Vincenzo Somma

Direttore Responsabile Altroconsumo Finanza

condividi questo articolo