Analisi
Aceralia 19 anni fa - martedì 20 gennaio 1998

ACERALIA

Aceralia (1.950 peseta), il leader della siderurgia in Spagna, è attivo soprattutto nell'acciaio piano (per il settore automobilistico...) destinato al mercato interno (69% delle vendite). Privatizzato a fine '97, il suo azionista principale è il lussemburghese Arbed. Il gruppo è stato fortemente penalizzato dalle conseguenze della crisi asiatica: rallentamento economico in Asia e crescita delle esportazioni asiatiche (più concorrenziali in seguito alla svalutazione delle monete locali) in Europa. In più il calo dei prezzi dell'acciaio americano, oggi inferiori agli europei, ha intensificato la concorrenza dei produttori Usa in Europa. Nonostante il difficile contesto, anche quest'anno gli utili del gruppo dovrebbero progredire, grazie al buon dinamismo del settore automobilistico spagnolo. A più lungo termine le prospettive di Aceralia sono migliori. Da una parte, l'alleanza con Arbed gli permetterà di ridurre i costi di produzione (scambi di tecnologie...) e di esportare di più sui mercati emergenti. Dall'altra, il gruppo conta di incrementare del 50% circa la sua produzione nei prossimi 5 anni, focalizzandosi nel redditizio acciaio piano.

La promettente strategia del gruppo comincerà a dare frutti fra 2 o 3 anni. L'azione è conveniente e, anche se a breve termine la crisi asiatica potrebbe metterne sotto pressione il prezzo, resta interessante per il lungo periodo.

 

ACERALIA

 

 

 Anche se è stato molto penalizzato dalla crisi asiatica, il titolo (in peseta) resta interessante a lungo termine.

 

 

condividi questo articolo