Analisi
Magneti Marelli 19 anni fa - martedì 27 gennaio 1998

MAGNETI MARELLI

Magneti Marelli (MM, 3.420 lire) produce componenti per auto: sistemi di scappamento, climatizzatori, fanali... Il suo azionista principale è la Fiat. MM mira a incrementare le vendite nel mercato dei pezzi di ricambio (dal 12% delle vendite conta di raggiungere il 20% in tre anni) più redditizio di quello di primo montaggio (prodotti venduti direttamente ai costruttori di automobili). Per questa ragione acquisisce il controllo di altre società di minori dimensioni operanti nello stesso settore come la brasiliana Cofap (n° 1 nel suo Paese). Questa acquisizione gli permette inoltre di rafforzare la sua posizione in Sudamerica, che ha sempre buone prospettive per il lungo termine malgrado la contrazione del mercato brasiliano attesa per quest'anno. Sul mercato tradizionale di primo montaggio, MM cerca anche di accrescere la redditività attraverso la razionalizzazione delle sue attività. Vende le attività con bassi margini di guadagno come la produzione di lampeggiatori e sviluppa invece le attività, molto più redditizie, in cui è presente l'elettronica. Il mercato per questo tipo di componenti dovrebbe crescere di circa il 50% da qui al 2002.

MM cerca di realizzare prodotti che le permettono di realizzare più utili e si sviluppa sul mercato dei pezzi di ricambio. Per il '98 il gruppo potrà contare su un miglioramento della redditività per far fronte al ribasso atteso delle vendite sul mercato delle automobili italiano e brasiliano. Il prezzo dell'azione è corretto. Interessante per il lungo termine.

 

MAGNETI MARELLI

 

 

Le crisi, asiatica e brasiliana, hanno pesato sul brillante andamento del titolo, che rimane però interessante.

 

 

condividi questo articolo