Analisi
Parmalat 19 anni fa - martedì 13 gennaio 1998

PARMALAT

Parmalat (2.600 lire) è attivo soprattutto nel settore del latte e dei suoi derivati (60% delle vendite), ma anche nei succhi di frutta e nelle salse (12%), nei prodotti freschi (18%), biscotti (7%)... La famiglia Tanzi controlla la società con il 51% del capitale. Parmalat ha fatto dell'internazionalizzazione il suo obiettivo principale. E' tuttora presente in venti Paesi, ma continua a espandersi in particolare in America del Sud dove realizza il 43% delle sue vendite. E' di recente sbarcato in Perù e continua a accrescere la gamma dei suoi prodotti (succhi di frutta, caffè e cereali) in Brasile, secondo mercato in ordine d'importanza dopo l'Italia, al fine di diversificare l'offerta e diminuire quindi il peso dei prodotti lattieri. Altro mercato a cui è interessato è la Cina, perché rappresenta il 20% della popolazione mondiale. Tuttavia sono necessari grossi investimenti (infrastrutture, pubblicità...) per insediarsi in quelle zone e far conoscere i propri marchi. Considerato l'elevato grado di indebitamento del gruppo, la società potrebbe incontrare delle difficoltà a proseguire nella strategia di internazionalizzazione.

Gli obiettivi della società sono ambiziosi, ma la mancanza di risorse finanziarie potrebbero rallentare l'espansione del gruppo nell'avvenire. L'azione è cara. Non acquistare.

 

 PARMALAT

Al contrario delle altre azioni italiane, il '97 non è stato un buon anno per Parmalat. Non acquistare.

 

 

condividi questo articolo