Analisi
Italcementi 19 anni fa - martedì 3 febbraio 1998

ITALCEMENTI

Italcementi (13.800 lire), il 1° in Italia nel settore cementiero, è attivo anche nel calcestruzzo e nei granulati. Realizza il 34% delle vendite in Francia, grazie a Ciment Français (di cui detiene il 45% del capitale). L'Italia contribuisce alle vendite per il 28% e l'America del Nord per il 14,5%.

Ciment Français (di cui la francese Paribas è azionista con il 20% del capitale) ha registrato nel '97 un aumento del fatturato di circa il 6,5% rispetto all'anno precedente. Di ciò ha beneficiato Italcementi, che ha inoltre risentito positivamente del consistente calo degli oneri finanziari e del miglioramento dei costi di produzione della sua filiale francese. Per il '97, Italcementi dovrebbe registrare un aumento dell'utile oltre il 55%, mentre nel '98 i risultati dovrebbero progredire ancora di circa il 50%. Da un lato, infatti, il gruppo beneficierà del forte consumo di cemento negli Stati Uniti e della ripresa che si profila in Canada. Dall'altro, la riduzione dell'indebitamento e la semplificazione della struttura del gruppo contribuiranno ad aumentare la sua redditività.

Italcementi vuole inoltre aumentare la sua presenza all'estero. Deve però competere con produttori con una situazione finanziaria migliore della sua e maggiormente internazionalizzati (e quindi con più esperienza).

Nel medio termine, Paribas potrebbe vendere parte della sua partecipazione in Ciment Français, operazione che potrebbe interessare Italcementi.

Gli sforzi compiuti negli ultimi anni iniziano a dare i loro risultati in termini di redditività. Tuttavia Italcementi deve ancora affrontare grosse sfide. L'azione è cara, ma il prezzo potrebbe salire nel breve termine se Paribas dovesse cedere a Italcementi la sua partecipazione in Ciment Français. Mantenere.

 

ITALCEMENTI

L'aumento della partecipazione in Ciment Français potrebbe far salire il prezzo. Mantenere.

 

 

condividi questo articolo