Analisi
Montedison 19 anni fa - martedì 24 febbraio 1998

MONTEDISON

Montedison (1.785 ord.; 1.302 rnc) è a capo di diverse società industriali (Eridania-Béghin-Say, Edison...). Nel '97 il gruppo è riuscito a realizzare vendite (23.800 miliardi di lire) invariate rispetto all'anno precedente, nonostante la cessione della Montell, che aveva realizzato 3.200 miliardi di vendite nel '96. Il comparto in più forte crescita (+39%) è quello dell'energia (Edison), che rappresenta ormai l'11% dei ricavi complessivi, anche se il suo apporto agli utili è decisamente maggiore (intorno al 40%). Anche il comparto agro–industriale (80% delle vendite) registra risultati in miglioramento, malgrado il persistere di problemi legati alla produzione di zucchero in Italia e alla produzione di amido negli USA. Le notizie migliori vengono dal fronte dell'indebitamento più che dimezzato rispetto all'anno precedente. Inoltre, i debiti sono interamente a carico delle società controllate da Montedison, mentre la capogruppo dispone di risorse da investire per 2.500 miliardi. La società ha comunicato che è pronta a utilizzare queste risorse per accrescere la propria presenza nel settore dell'energia (produzione di energia elettrica e gas). In quest'ottica, sono allo studio diverse iniziative: accordi con Enel, Gazprom...
La società ha secondo noi buone prospettive di crescita. Il titolo è correttamente valutato. Per il lungo termine, potete ancora acquistare sia l'ordinaria sia la rnc.

 

MONTEDISON

 

 

 Il titolo ha ben reagito dopo l'intenzione di sviluppare il settore energia. Acquistare.

 

 

condividi questo articolo