Analisi
Banca Fideuram 19 anni fa - martedì 10 marzo 1998

BANCA FIDEURAM 

Banca Fideuram (13.070 lire) è una delle maggiori società italiane specializzate nella gestione del risparmio. L'anno scorso il totale delle attività finanziarie gestite ha superato i 49mila miliardi (+25% rispetto al '96). Il 41% di tali attività è rappresentato dal fondo lussemburghese Fonditalia e il 18% dai fondi italiani Fideuram. In totale, la raccolta di fondi comuni è cresciuta di oltre il 60% annuo. Il forte aumento dei volumi d'affari, anche nelle polizze vita e nelle gestioni patrimoniali, ha consentito una crescita dell'utile per azione del 37% rispetto al '96. Anche per quest'anno le prospettive sono ottime. Grazie alle posizioni di leadership detenute (n° 4 nei fondi comuni e n° 5 nelle polizze vita), all'ampia gamma di prodotti offerti e al rafforzamento della rete di vendita (assunzione di 500 bancari da trasformare in promotori finanziari), Banca Fideuram continuerà a cavalcare la crescita impetuosa del risparmio gestito. Inoltre, la società è controllata dall'IMI. Nella fusione fra quest'ultimo e il San Paolo di Torino, Banca Fideuram potrebbe diventare la capogruppo per la gestione del risparmio, incorporando Sanpaolo Fondi. Diventerebbe così il n° 1 in Italia del settore, rafforzando la rete di vendita con i promotori di Sanpaolo Invest.


La partenza a razzo del mercato dei fondi comuni nel '98 ha spinto l'azione verso nuove vette. Sebbene le prospettive di Banca Fideuram siano ottime, il titolo le sopravvaluta ed è caro. Mantenere, ma non acquistare.

BANCA FIDEURAM 

Il titolo sembra salire senza sosta, ma ai prezzi attuali, sopravvaluta le pur ottime prospettive. Mantenere.

 

 

condividi questo articolo