Analisi
Ericsson 19 anni fa - martedì 24 marzo 1998

ERICSSON

Ericsson SpA (121.000 lire) è la filiale italiana della LM Ericsson, multinazionale svedese leader mondiale nelle telecomunicazioni. La società progetta, produce e installa sistemi e apparecchiature in questo settore.
I dati definitivi del 1997 evidenziano un fatturato di 2.700 miliardi, in aumento del 35% rispetto al 96, e utili ante imposte in aumento del 54% sempre rispetto al 96. Gli utili netti, per via di un'accresciuta pressione fiscale e di costi straordinari, sono tuttavia aumentati solo dell'11,6%.
E' da segnalare la parallela crescita dei volumi di vendita e dei margini di profitto. La prima legata al boom della telefonia mobile; la seconda dovuta alle ristrutturazioni realizzate negli ultimi anni.
Per quanto riguarda il futuro, la crescita - che appare senza limiti - degli abbonati alla telefonia cellulare, il diffondersi di Internet ed Intranet, la comparsa di servizi multimediali sempre più stupefacenti e i progressi nella liberalizzazione delle telecomunicazioni forniranno combustibile sufficiente a Ericsson per una crescita spettacolare. La società possiede infatti la tecnologia necessaria per soddisfare tutti questi nuovi bisogni.
Grazie agli eccellenti risultati per il '97, l'azione Ericsson ha superato le 100.000 lire e risulta cara. Vi consigliamo comunque di mantenere, viste le ottime prospettive.

 

ERICSSON

Grazie agli ottimi risultati '97, è inarrestabile la crescita di Ericsson. Mantenere.

 

 

condividi questo articolo