Analisi
Heineken 19 anni fa - martedì 24 marzo 1998

HEINEKEN

L'olandese Heineken (465,50 fiorini) è il N° 2 al mondo nella birra. Nonostante il rallentamento subìto in Asia (12% delle vendite) in seguito alla crisi finanziaria della regione, nel '97 le vendite del gruppo sono aumentate dell'11% e l'utile per azione del 16%. Heineken, che già realizza l'80% delle vendite all'estero, continuerà anche in futuro a puntare all'espansione in nuovi mercati come l'Est europeo (Bulgaria, Polonia...) e l'Asia che, nonostante la crisi attuale, resta molto promettente. Inoltre la società, difendendo con importanti campagne pubblicitarie l'immagine di una birra di lusso, può vendere a prezzi elevati. Infine Heineken ha annunciato la divisione delle azioni in 5 e la concessione di 1 gratuita ogni 4 possedute.

L'azione è correttamente valutata e il gruppo ha buone prospettive a lungo termine. Ma in attesa che si risolva la crisi in Asia, consigliamo di mantenere ma non acquistare

condividi questo articolo