Analisi
Cimpor 19 anni fa - martedì 7 aprile 1998

CIMPOR

Cimpor (6.755 scudi), il maggior gruppo cementiero portoghese, realizza due terzi delle vendite in Portogallo. Nel '97 il suo utile per azione (senza elementi straordinari) è cresciuto del 29% rispetto al '96. Questo risultato, in linea con le nostre previsioni, è dovuto alla forte crescita delle vendite (31%), soprattutto in Brasile (in seguito all'acquisizione di due società brasiliane nel '97) e in Portogallo (+14%). Anche quest'anno le vendite di Cimpor dovrebbero continuare a progredire, grazie dalla ripresa del settore delle costruzioni in Portogallo, favorita dalla riduzione dei tassi d'interesse (mutui ipotecari più vantaggiosi) e da numerosi appalti per lavori pubblici. Inoltre il gruppo continuerà a beneficiare di ingenti riduzioni dei costi. Prevediamo quindi per Cimpor un utile per azione di 220 scudi nel '98 e di 250 nel '99.
Anche a più lungo termine la crescita economica continuerà a sostenere le vendite in Portogallo, mentre la sua solidità finanziaria gli permetterà di continuare la promettente espansione nei Paesi emergenti anche tramite acquisizioni di imprese locali.

Il gruppo ha buone prospettive e l'avvicinarsi della terza fase della privatizzazione di Cimpor (lo Stato portoghese venderà oltre il 25% della società) potrebbe favorire la salita dell'azione, che è correttamente valutata. Acquistare

CIMPOR

Il titolo (in scudi), in forte ascesa dalla fine del '97, ha ancora un buon potenziale di crescita. Acquistare.

 

 

condividi questo articolo