Analisi
JP Morgan 19 anni fa - martedì 21 aprile 1998

JP MORGAN

Nel 1° trimestre '98 i risultati della banca d'affari americana JP Morgan (144,75 dollari) sono stati deludenti: il suo utile per azione è calato del 42% (rispetto allo stesso periodo del '97). Ma ciò è dovuto in gran parte ai generosi premi pagati al personale per i risultati ottenuti nel 1997 e agli accantonamenti in vista della ristrutturazione, che dovrebbe dare i primi risultati già da quest'anno. Le entrate della banca continuano ad andare bene, soprattutto quelle che provengono dalle fusioni, acquisizioni, introduzioni in Borsa... Altra buona notizia: JP Morgan ha ridotto del 25% la propria esposizione sul continente asiatico. Inoltre la scelta di specializzarsi in segmenti in forte crescita e dagli elevati margini di guadagno continua a premiarla, facendole guadagnare nuove quote di mercato negli USA.
JP continua ad avere buone prospettive. In più, sull'onda delle mega-fusioni che animano il settore bancario americano, il titolo, che resta conveniente, potrebbe accelerare la corsa, anticipando un'eventuale acquisizione o fusione. Acquistare.

 

JP MORGAN

Il titolo (in dollari), malgrado la forte salita dall'inizio del '98, ha ancora un buon potenziale: acquistare.

 

 

condividi questo articolo