Analisi
Magneti Marelli 19 anni fa - martedì 21 aprile 1998

MAGNETI MARELLI

Magneti Marelli (MM - ord. 5.975 lire; rnc 5.600 lire), produttore di componenti per auto, ha chiuso il '97 con un aumento degli utili (senza tener conto degli elementi straordinari e quindi non ripetibili) di circa il 50% rispetto all'anno precedente, con un utile di 200 lire per azione. Per il 1998, stimiamo un utile per azione di circa 220 lire, grazie al miglioramento generale della redditività delle diverse attività. MM attua, da qualche anno, una politica di riposizionamento sull'attività di base: la produzione di componenti originali e di ricambio. In quest'ultimo settore, mira a raggiungere il 20% del fatturato totale entro il 2000 (contro l'attuale 12%). Per soddisfare le richieste crescenti dei costruttori di auto, il gruppo continua il proprio processo d'internazionalizzazione. Aumenterà gli investimenti in Brasile per rifornire il nuovo stabilimento della Mercedes. Dovrebbe procedere ad altre acquisizioni quest'anno nell'Europa dell'est e in Asia. Inoltre, questa graduale internazionalizzazione - finanziata in parte con l'aumento di capitale in corso - gli permetterà di ridurre pian piano la dipendenza dal gruppo Fiat.
La strategia di MM continuerà a dare frutti nei prossimi anni. Potete ancora acquistare l'azione, correttamente valutata, anche se il prezzo è raddoppiato da qualche mese a questa parte.

 

MAGNETI MARELLI

Il mercato ha apprezzato l'aumento di capitale, che finanzierà lo sviluppo di Magneti Marelli. Interessante.

 

 

condividi questo articolo