Analisi
ABN Amro/Generale de Banque 19 anni fa - venerdì 29 maggio 1998

ABN AMRO / GENERALE DE BANQUE

Dopo Fortis, anche il colosso bancario olandese ABN AMRO (48,90 fiorini) ha lanciato un'offerta (di scambio) sulle azioni della banca belga Générale de Banque (G-Banque) possedute dal pubblico: 19 azioni ABN AMRO + 9.000 franchi belgi (circa 450.000 lire) per ogni azione G-Banque. Un'offerta, ai prezzi di Borsa attuali, più interessante per gli investitori di quella di Fortis (7 azioni Fortis ogni 3 G-Banque). Se l'operazione riuscirà ABN AMRO collocherà la banca belga, che resterà autonoma, al centro di una nuova "Divisione Europa", che raggrupperà tutte le attività di banca commerciale in Europa occidentale (Olanda compresa). Inoltre il gruppo beneficerà di importanti sinergie commerciali e potrà ridurre i costi di ben 1 miliardo di fiorini nei prossimi anni. Inoltre la direzione della G-Banque sembra guardare con più favore a ABN AMRO che a Fortis. Comunque vada, il gruppo riuscirà a mantenere l'elevata crescita degli utili. Non per nulla ABN AMRO ha dichiarato che, anche in caso di acquisizione della G-Banque, i suoi utili cresceranno oltre il 7,5% nel '98 e noi ne stimiamo un aumento di oltre il 13%.
L'azione ABN è conveniente e, con o senza la G-Banque, gli utili del gruppo continueranno a crescere in modo sostenuto. Acquistare. Per quanto riguarda l'azione G-Banque, non fate niente per il momento. Attendete che le offerte e le controfferte si concretizzino. Noi vi terremo al corrente.

ABN AMRO

La banca è all'altezza delle sue ambiziosi e l'azione (in fiorini) è conveniente. Acquistare.

 

 

condividi questo articolo