Analisi
Mannesmann 19 anni fa - lunedì 22 giugno 1998

MANNESMANN

Il tedesco Mannesmann (163,9 marchi) – attivo nel settore industriale (tubi in acciaio, componenti per auto, ingegneria; 84% delle vendite) e nelle telecomunicazioni (16%) – ha iniziato bene l'anno. Nei primi 5 mesi le vendite sono cresciute del 19% e gli utili sono saliti anch'essi grazie soprattutto all'apporto delle telecomunicazioni. Per tutto il '98 prevediamo un utile per azione di 2,9 marchi, in crescita dell'11% rispetto al '97. Per garantirsi la crescita anche in futuro il gruppo intende realizzare entro il 2002 investimenti per 19 miliardi di marchi, finanziandoli in parte (3 miliardi) con un aumento di capitale. Il gruppo, forte del successo nelle telecomunicazioni in Germania, destinerà oltre la metà degli investimenti allo sviluppo di questa redditizia divisione in Francia, Italia e Austria (dove ha appena acquisito il 75% dell'operatore Tele-Ring). Infine le ristrutturazioni del polo industriale (riduzione dei costi,...) cominciano a dare frutti. Una strategia che in futuro dovrebbe sensibilmente migliorare la redditività del gruppo.
L'azione, anche se è stata divisa in 10 per renderla più negoziabile, è troppo cara per l'acquisto. Chi la possiede può comunque mantenerla in vista del miglioramento della redditività del gruppo.

condividi questo articolo