Analisi
Banca di Roma 19 anni fa - martedì 28 luglio 1998

BANCA DI ROMA

Banca di Roma (4.145 lire) è a capo di uno dei maggiori gruppi bancari italiani, di cui fanno parte anche BNA e Banca Mediterranea, per un totale di 1.660 sportelli distribuiti su tutto il territorio nazionale. Il gruppo opera anche nei fondi comuni italiani (Romagest) e lussemburghesi (Rominvest) e nella bancassicurazione (vendita di polizze agli sportelli) con Roma Vita (in collaborazione con la Toro). La Banca di Roma è stata privatizzata a fine '97 e attualmente è in ristrutturazione. Il personale verrà ridotto di 1.000 dipendenti nel corso dell'anno, mentre verrà potenziata la vendita di fondi comuni e polizze vita, prodotti molto redditizi. Il problema del gruppo rimangono i prestiti che rischiano di non essere rimborsati, pari al 10% dei crediti totali. Per ridurli almeno in parte, verrà avviata una complessa operazione finanziaria da 1.500 miliardi. Inoltre, si torna a parlare di una possibile integrazione con la Comit, che permetterebbe di risolvere questo problema, ma che ne creerebbe altri. Nascerebbe infatti la maggiore banca italiana, che dovrebbe però ridurre il personale (58.000 dipendenti) e potenziare il risparmio gestito (n° 4 in Italia nei fondi comuni).
Le ristrutturazioni in atto permetteranno una ripresa della redditività resta però il problema dei crediti a rischio. La fusione con la Comit sarebbe difficilmente gestibile. Azione cara, approfittate del rialzo per vendere.

BANCA DI ROMA

Da giugno, Comit è salita più di Banca di Roma (in neretto). Scegliete Comit per puntare sull'integrazione.

 

 

condividi questo articolo