Analisi
Parmalat 19 anni fa - martedì 7 luglio 1998

PARMALAT

La società agro–alimentare Parmalat (3.750 lire), è attiva soprattutto nel latte e i suoi derivati, nei succhi di frutta... Ben posizionata in Europa (39% delle vendite), in America del Sud (38%) e in America del Nord (22%), la società continua a ritmo sostenuto una serie di acquisizioni per svilupparsi nelle altre regioni del mondo. Di recente ha acquistato la sudafricana Bonita, attiva nel latte e i suoi derivati, nei gelati e succhi di frutta, leader in Sudafrica grazie ai 355 miliardi di lire di ricavi realizzati nel '97. Dopo una serie di rilanci a colpi di Opa (Offerta pubblica d'acquisto), ha acquisito anche l'australiana Pauls (latte, yogurt... – 675 miliardi di lire di ricavi). Le due acquisizioni permetteranno a Parmalat, di portare il fatturato a 10.000 miliardi di lire nel '98 (+38% rispetto al '97) con un utile per azione pari a 175 lire (+15% rispetto al '97). Si servirà inoltre delle reti di vendita delle due società acquisite per commercializzare i propri prodotti. Tuttavia anche l'indebitamento aumenterà (+40%) e ciò forzerà il gruppo a rallentare il ritmo delle acquisizioni. Gli interessi da pagare sui debiti peseranno inoltre sulla futura crescita degli utili.
Malgrado la società abbia intrapreso un'aggressiva politica di acquisti, la sua situazione finanziaria non è al meglio. Gli utili dovrebbero quindi rallentare la loro crescita. L'azione è cara: non acquistare.

PARMALAT

 

La situazione finanziaria del gruppo resta problematica. Il prezzo ne dovrebbe risentire. Non acquistare.

 

 

condividi questo articolo