Analisi
Pirelli 19 anni fa - lunedì 20 luglio 1998

PIRELLI

Pirelli (6.730 lire) è attiva nei cavi (telecomunicazioni, trasporto d'energia elettrica...; 52% del fatturato) e nei pneumatici (48%). Acquisirà presto le attività nei cavi per la distribuzione d'energia della tedesca Siemens. L'acquisizione, realizzata a un buon prezzo, farà di Pirelli la n° 1 a livello mondiale in tali attività. Pirelli si posiziona ora maggiormente nell'Europa dell'Est (Russia, Ungheria...), mercati con prospettive di crescita interessanti e dove prima era assente. L'acquisizione (finanziata solo in parte tramite indebitamento) non dovrebbe contribuire a migliorare i risultati di quest'anno. Prevediamo un utile per azione di 270 lire contro le 285 previste in precedenza. Le ristrutturazioni che seguiranno permetteranno però di migliorare la redditività col tempo. Le attività di produzione cavi sono state rafforzate anche con la conclusione di importanti contratti per la fornitura di cavi in fibra ottica al principale operatore australiano di telecomunicazioni e per la prossima costruzione di un cavo sottomarino per il trasporto di energia elettrica tra l'Italia e la Grecia. Le elevate conoscenze tecnologiche permetteranno a Pirelli di continuare a svilupparsi. Quanto ai pneumatici, la società conta di rafforzarsi all'estero (un'acquisizione potrebbe aver luogo nei prossimi mesi) e di proseguire la ristrutturazione delle attività (riduzione di costi, sviluppo di nuovi pneumatici...).
La strategia di Pirelli le permette di migliorare le prospettive di crescita degli utili. L'azione è correttamente valutata: acquistare.

PIRELLI

Le acquisizioni e le buone prospettive della società sostengono il titolo. Interessante.

 

 

condividi questo articolo