Analisi
RAS 19 anni fa - lunedì 13 luglio 1998

RAS

La Ras (27.050 lire), leader in Italia nel ramo danni (62% delle vendite totali del gruppo, il restante 38% è relativo al ramo vita) è controllata con il 51% del capitale dalla tedesca Allianz. Ras è presente anche all'estero, in particolare in Spagna, Svizzera, Portogallo e Austria. In quest'ultimo Paese sono state di recente riorganizzate tutte le società del gruppo Allianz divenute ora di pertinenza Ras.
Il gruppo vanta una significativa e redditizia presenza nel risparmio gestito grazie a Gestiras, n° 12 in Italia nei fondi comuni, che tra non molto dovrebbe gestire e vendere anche fondi pensione (è stata già inoltrata la richiesta per costituirne due). La società ripone molta importanza sullo sviluppo e l'innovazione del canale distributivo: il Lloyd 1885 (costituito nel febbraio del '97) ha già ottenuto ottimi risultati dalla vendita di polizze danni (le RC auto soprattutto) via telefono, mentre la Rasbank (banca telefonica) venderà, sempre via telefono, prodotti bancari d'investimento. Non appena saranno recepite alcune direttive comunitarie, la società conta di distribuire via telefono anche polizze vita, la cui vendita comunque subirà un notevole impulso grazie agli sportelli del Credito Italiano (di cui è il maggior azionista).
La nascita di 100 agenzie Divalsim contribuirà ad incrementare le vendite di tutti i prodotti del gruppo e permetterà anche di mantenere sotto controllo i costi poiché le relative spese di gestione saranno a carico dei promotori. Grazie a tali premesse Ras riuscirà ad ottenere risultati in crescita nel lungo termine.
Il prezzo di Ras è però caro poiché, secondo noi, tiene già conto delle buone prospettive della compagnia. Non acquistare.

RAS

Ras sviluppa canali distributivi che daranno buoni risultati. Ma il prezzo ne tiene già conto. Non acquistare.

 

 

condividi questo articolo