Analisi
Telecom Italia 19 anni fa - lunedì 20 luglio 1998

TELECOM ITALIA

Telecom Italia (TI - 15.020 lire) opera nel settore delle telecomunicazioni.
La società ha qualche difficoltà nel definire la strategia a livello sia internazionale sia nazionale. Lo scorso aprile, TI aveva annunciato un progetto di alleanza con l'inglese Cable & Wireless (C&W), come cardine dello sviluppo internazionale. Oggi l'accordo è rimesso in discussione da alcuni azionisti ed inoltre TI non può più acquisire, come stabilito, il 20% di capitale detenuto da C&W nell'operatore francese di telefonia mobile Bouygues Telecom. Unica nota positiva: la vittoria della terza licenza di telefonia mobile in Spagna con Retevision, di cui TI è il maggior azionista. A livello nazionale continuano le tensioni ai vertici: Telecom Italia Mobile, la società di telefonia mobile di cui TI controlla il 60%, cerca di difendere i propri interessi di fronte ad alcuni progetti (per esempio Fido, il telefonino da città) di TI. Questi screzi sono dannosi in un momento in cui la concorrenza in Italia si fa più accesa. Nella telefonia fissa, Infostrada, Albacom e Wind stanno lanciando servizi alternativi a quelli di TI.
I progetti internazionali di TI sono incerti. Inoltre non si esauriscono i conflitti interni. Tutto ciò impedisce a TI di sfruttare i suoi punti di forza (soprattutto l'attuale solida posizione in Italia, mercato fondamentale per le telecomunicazioni). La società dovrebbe presentare un piano strategico triennale a settembre. In attesa di vederci più chiaro, mantenete l'azione, che è correttamente valutata.

TELECOM ITALIA

La strategia della società è ancora incerta. Le oscillazioni del titolo potrebbero continuare. Mantenere.

condividi questo articolo