Analisi
Intro 18 anni fa - lunedì 28 settembre 1998

Piazza Affari ha perso il 4% settimana scorsa.

TENSIONE NELL'ARIA

• La scorsa settimana la Borsa di New York ha chiuso in rialzo del 2,4%: negli USA è tornata ad affiorare la possibilità che i tassi di interesse vengano rivisti al ribasso. Tale misura consentirebbe all'economia americana di contrastare i negativi effetti provenienti dalla crisi internazionale, che ne ha limitato e ne limiterà la crescita. Nel Vecchio Continente ha dominato ancora una volta il nervosismo con Borse in altalena nel corso della settimana e con risultati finali contrastanti: si va dal +4,5% di Madrid al -4,5% di Parigi. Continuate a preferire comunque i mercati europei, viste le migliori prospettive di crescita in Europa.
• Piazza Affari ha chiuso in ribasso del 4% a causa delle difficoltà che il Governo potrebbe incontrare lungo la strada che porta all'approvazione della Finanziaria. Risolto tale problema e tenendo anche conto che in Italia i tassi ufficiali dovranno necessariamente scendere, il listino milanese conoscerà tempi migliori.

Snia Bpd ha chiuso in rialzo (+7,6%) grazie agli acquisti provenienti da un grosso investitore. Noi non crediamo che riuscirà a prendere il controllo del gruppo: non acquistare. Due grandi banche tedesche hanno invece portato al 5% la loro partecipazione in Comit (+0,4%): mantenere sia per il breve sia per il lungo termine. All'estero strepitoso rialzo di Adidas Salomon (+17%) e Unilever (+11% circa). Malgrado il rialzo consigliamo ancora di acquistare queste due azioni. Tra i perdenti figurano titoli bancari come Barclays (-12,5%) e UBS (-6%) a causa degli sforzi sostenuti per salvare un istituto di credito USA dal fallimento. Non acquistate i due titoli. Il ribasso di LVMH (-10%), che ha ottenuto risultati deludenti, ha trascinato anche Danone e Diageo (-10% a testa). Solo LVMH è interessante.

condividi questo articolo