Analisi
Luxottica 18 anni fa - lunedì 7 settembre 1998

LUXOTTICA

L'italiana Luxottica (12 dollari), quotata alla Borsa di New York, è il leader mondiale degli occhiali "premium" (di alta gamma). La società, pur vendendo direttamente in 21 Paesi, opera soprattutto negli USA (70% delle vendite). Nel 1° semestre le sue vendite sono cresciute del 13% e gli utili del 22% rispetto allo stesso periodo del '97 (dati in lire). Tuttavia, dopo la loro conversione in dollari, gli utili sono aumentati solo del 6%, penalizzati dall'apprezzamento del biglietto verde. Per fine '98 ci aspettiamo comunque un utile per azione di 0,70 dollari, in crescita del 10% rispetto al '97. Il gruppo continua infatti a controllare i costi riunendo le attività di produzione e acquisisce i suoi distributori (come l'americana Lens Crafter) per aumentare i margini di guadagno. In più si rafforza nel redditizio segmento degli occhiali "firmati": lancerà a fine '98 occhiali disegnati da Ferragamo e Ungaro.
I prodotti di qualità, il contenimento dei costi e il controllo sulla distribuzione rappresentano le chiavi del successo del gruppo. L'azione è conveniente. Acquistare.

LUXOTTICA

La crisi asiatica ha fatto crollare il titolo (in dollari), ma il gruppo opera soprattutto negli USA. Acquistare.

 

 

condividi questo articolo