Analisi
TIM 19 anni fa - lunedì 14 settembre 1998

TIM

TIM (10.510 lire) è il primo operatore italiano di telefonia mobile, controllato da Telecom Italia. Nel 1° semestre ha aumentato le vendite del 24% e gli utili del 71% rispetto al 1° semestre '97. Sul mercato italiano, continua ad accrescere il numero degli abbonati (12,35 milioni alla fine di agosto '98 in rialzo del 33% dalla fine del '97) grazie soprattutto al successo delle carte pre–pagate. L'obiettivo della società è quello di raddoppiare il numero dei clienti nell'arco di tre anni in Italia e all'estero (Brasile e Spagna soprattutto). Anche se ciò ci sembra realistico, dovrebbe realizzarsi in un quadro meno favorevole rispetto al passato. Innanzitutto è possibile che vengano fissate dall'authority (l'organo che controlla il mercato) tariffe più basse. La concorrenza poi si intensificherà con Wind, la terza società di telefonia mobile che sarà operativa già a fine '98 e dal fatto che un quarto operatore entrerà nel mercato l'anno prossimo. I quattro concorrenti inaspriranno la battaglia sui prezzi. Il sistema delle carte pre–pagate permette inoltre ai clienti di cambiare facilmente società. Infine TIM è dipendente dalla politica di Telecom Italia. Prossimamente i clienti di TIM potranno passare a Fido, il telefonino da città di Telecom Italia.
TIM continua a realizzare impressionanti risultati. Noi non siamo però così ottimisti per il futuro. Non acquistate l'azione il cui prezzo è caro.

TIM

Malgrado i brillanti risultati del passato, non siamo ottimisti per il futuro. Non acquistare.

 

 

condividi questo articolo