Analisi
Banca popolare di Milano 18 anni fa - lunedì 19 ottobre 1998

BANCA POPOLARE DI MILANO

La Banca Popolare di Milano (BPM - 12.300 lire) nel 1° semestre '98 ha raddoppiato i propri utili (senza tener conto degli elementi straordinari) rispetto al 1° semestre '97. Il risultato, superiore alle nostre attese, è dovuto soprattutto alla forte crescita delle commissioni (+50% circa) incassate dalla gestione del risparmio e alla riduzione dei costi (-5,5% quello per il personale). E' invece inquietante il crollo (-40% circa) dei guadagni derivanti dalla compravendita di titoli, in un periodo di forti rialzi per le Borse. Su questo fronte, un miglioramento dovrebbe venire dalla recente acquisizione della Banca Akros (specializzata nell'intermediazione titoli). La BPM ha inoltre a disposizione oltre duemila miliardi di lire per altre acquisizioni. Molto positiva sarebbe quella di una rete di promotori finanziari, che permetterebbe di potenziare la vendita dei fondi comuni Gesfimi e delle polizze BPM Vita, tenendo i costi sotto controllo.
I risultati semestrali sono stati migliori delle attese e un'acquisizione mirata potrebbe rilanciare il titolo, che è correttamente valutato. Il recente ribasso è un'occasione per acquistare.

BANCA POPOLARE DI MILANO

Risultati semestrali positivi e acquisizioni possibili. Approfittate del ribasso per acquistare.

 

 

condividi questo articolo