Analisi
Cimpor 18 anni fa - lunedì 5 ottobre 1998

CIMPOR

Cimpor (xxx scudi; CMPR.IN), il maggior gruppo cementiero portoghese, ha realizzato nel 1° semestre un utile per azione (inclusi gli elementi straordinari) in crescita del 12%. Questo risultato, leggermente migliore delle nostre previsioni, è dovuto alla crescita del 15% delle vendite, grazie anche all'apporto delle recenti acquisizioni in Brasile. In Portogallo, il mercato principale del gruppo, le vendite sono cresciute del 4% e dovrebbero continuare a svilupparsi grazie anche alla riduzione dei tassi d'interesse che favorisce il settore delle costruzioni.
In Brasile, invece, la situazione è più complicata: sussiste infatti il rischio di una svalutazione della moneta locale, mentre il rialzo dei tassi d'interesse (aumento del costo del denaro) frena la crescita economica.
Ultimamente Cimpor ha acquisito un produttore di cemento anche in Tunisia, un'acquisizione, che pur avendo un impatto molto ridotto sui risultati di quest'anno, è promettente a lungo termine. Nonostante questo investimento, Cimpor continua ad avere una buona solidità finanziaria che gli consentirà di proseguire la sua internazionalizzazione in Paesi con un forte potenziale di crescita, in modo che i suoi risultati siano meno dipendenti dal Portogallo, dove peraltro continua ad investire per aumentare la propria capacità produttiva.
Nonostante i buoni risultati, il titolo è sceso per la sua presenza in Brasile. Visto che il gruppo continua ad avere buone prospettive, approfittatene per acquistare l'azione che resta correttamente valutata.

CIMPOR

Il gruppo ha buone prospettive. Approfittate del forte calo del titolo (in scudi) per acquistare.

 

 

condividi questo articolo