Analisi
Falck 18 anni fa - lunedì 19 ottobre 1998

FALCK

Falck (12.300 lire) ha ottenuto risultati molto positivi nei primi 6 mesi del '98. Le vendite sono aumentate del 50% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, grazie al forte sviluppo registrato dal comparto energia. Da tale comparto derivano il 66% delle vendite totali e la quasi totalità degli utili della società. Le restanti attività - trattamento e smaltimento rifiuti, lavorazioni speciali nel campo degli acciai e settore immobiliare - portano invece un contributo modesto ai risultati. Nella seconda parte dell'anno beneficerà di ulteriori aumenti della produzione di energia elettrica. Prevediamo un utile per azione di 530 lire per l'intero '98 (+50% circa rispetto al '97). Nel '99 verrà completato il piano di investimenti in nuove centrali elettriche. Sono inoltre allo studio due nuovi progetti per la costruzione di una centrale a carbone con tecnologia innovativa in Sardegna (da completare per il 2003) e in Basilicata. La società ha inoltre stretto un accordo con la Milano Centrale per la valorizzazione del patrimonio immobiliare (aree industriali dismesse). Vuole infine aumentare l'attività nel trattamento dei rifiuti (attualmente in perdita) sfruttando normative ambientali più stringenti.

La società ha ottime prospettive, ma il prezzo del titolo, che è caro, ne tiene già conto. Non acquistare.

FALCK

Buone prospettive nel settore energia, ma il titolo le sopravvaluta. Non acquistare.

 

 

condividi questo articolo