Analisi
Banca Intesa 19 anni fa - lunedì 16 novembre 1998

BANCA INTESA

Banca Intesa (8.605 lire) è a capo del 2° gruppo bancario italiano, con circa 2.280 sportelli concentrati soprattutto in Nord e Sud Italia. La società è controllata da un patto (rappresentante il 55% del capitale) composto da Fondazione Cariplo, Crédit Agricole, Alleanza e gruppo Lombardo, a cui si aggiungerà la Fondazione Cariparma (9,7% del capitale). Banca Intesa incorporerà infatti la Cassa di risparmio di Parma e Piacenza, rafforzando così la presenza in Emilia e nel redditizio settore dei fondi comuni (n° 2 con il 15% del mercato italiano). La società di gestione Po Investimenti andrà infatti ad aggiungersi a Fondigest e La Centrale, ma l'attività di analisi finanziaria verrà centralizzata in un'unica società, per ridurre i costi. In seguito il gruppo incorporerà anche la Banca FriulAdria, che consentirà di razionalizzare la presenza nel Nord–est. Rimane invece scarsa la presenza nelle regioni centrali, dove le trattative con CariFirenze sono fallite. Banca Intesa dovrà inoltre potenziare il piano di riduzione dei costi, per giustificare l'aumento di capitale di oltre mille miliardi che lancerà all'inizio del '99. Le aggregazioni successive rendono però difficile una riduzione dei costi più decisa.
Il titolo sopravvaluta le prospettive ed è quindi caro. Vendere.

condividi questo articolo