Analisi
Cambiano i lotti minimi 18 anni fa - lunedì 30 novembre 1998

CAMBIANO I LOTTI MINIMI

La Borsa Italiana ha deciso di rivedere i quantitativi minimi scambiati a Piazza Affari. La conseguenza? Dal prossimo 21 dicembre molti di voi si ritroveranno con delle spezzature. Vi diciamo come aggirare l'ostacolo per le azioni da noi seguite.

• La Borsa Italiana ha deciso di modificare - a partire dal 21 dicembre - l'investimento minimo per alcuni titoli. L'obiettivo è di fare in modo che il controvalore non si discosti dal "valore medio di negoziazione ritenuto idoneo a consentire l'accesso al mercato da parte dei risparmiatori". Tale valore è stato fissato tra i 5 e i 10 milioni di lire.
• Anche questa volta la revisione dei lotti minimi negoziabili causerà la formazione - in 31 casi - di spezzature. C'è però una novità: il mercato delle spezzature sparirà. Queste verranno infatti negoziate sullo stesso segmento in cui sono scambiati i lotti minimi. La Borsa Spa deve però ancora comunicare la data in cui sarà operativo il nuovo sistema, tuttavia tre punti sono già ben chiari:
- perché sia possibile (ma non è certo che accada) che il vostro ordine sia eseguito in giornata, dovrete andare in banca prima delle 9.30;
- anche con il nuovo sistema di negoziazione non potrete dare un limite di prezzo;
- l'operazione sarà ancora costosa. Le spese applicate sono infatti le stesse previste per i quantitativi minimi (0,7% dell'importo, con un minimo variabile da banca a banca, che si aggira tra le 20 e le 35.000 lire). E' evidente che, su piccoli ammontari, queste spese incidono di più.

In concreto

Fra i titoli della nostra selezione (vedi tabella a pagina 9), il problema delle spezzature si crea in sei casi. Vediamo cosa fare per evitarlo.
• CIR: il lotto minimo viene raddoppiato (da 2.500 a 5.000 azioni). Poiché attualmente il titolo è secondo noi da acquistare, se possedete solo il lotto minimo vi consigliamo di comprarne un secondo prima del 21/12.
• Generali: il lotto minimo viene dimezzato e poi ulteriormente arrotondato, passando da 250 a 100 azioni. Conseguenza: spezzatura di 50 azioni. Il prezzo del titolo è secondo noi caro: vendete subito.
• Pirelli S.p.A.: il lotto minimo passa da 2.500 a 1.000 azioni, con una spezzatura di 500 azioni. Il problema può essere evitato acquistando un secondo lotto minimo entro il 21/12.
• Rolo Banca 1473: anche in questo caso il lotto passa da 250 a 100 azioni. Il titolo non è interessante: vendete subito.
• Sirti: il quantitativo minimo viene raddoppiato (da 500 a 1.000 titoli). Per evitare che l'attuale lotto diventi una spezzatura, acquistatene un altro prima della fatidica data.• Unim: il lotto minimo aumenta da 2 a 5 mila azioni. Poiché l'azione non è interessante, vi consigliamo di vendere subito.
• Se non avete i soldi per acquistare un ulteriore lotto minimo delle azioni da noi consigliate, mantenete comunque l'investimento.

I DIVIDENDI DI NOVEMBRE

Nel mese di novembre hanno distribuito il dividendo:
Mediobanca: 225 lire per azione, in data 23/11;
Smi: 20 lire per azione, in data 9/11.
Controllate sul vostro estratto conto che vi siano stati correttamente accreditati. Si tratterà, ad esempio, di 225 lire per ogni azione Mediobanca, se avete scelto il regime ordinario. Se invece avete optato per il regime amministrato, il dividendo sarà di 197 lire: sarà infatti diminuito della ritenuta del 12,5%.

condividi questo articolo