Analisi
General Motors 18 anni fa - lunedì 30 novembre 1998

GENERAL MOTORS

L'americano GENERAL MOTORS (GM; 71,44 dollari; GM.N), il 1° costruttore automobilistico al mondo, ha annunciato di voler introdurre in Borsa alla fine del '99 la sua filiale Delphi (componenti). Con questa mossa, che dovrebbe fargli guadagnare circa 0,35 dollari ad azione, GM ha un duplice obiettivo: dare più autonomia a Delphi per favorirne lo sviluppo e rifocalizzarsi sulla costruzione di auto. Questa operazione si inquadra nella strategia del gruppo tesa a aumentare la propria redditività: fusione delle attività nordamericane e internazionali, costruzione di moderne officine negli USA e in Europa (quella in Polonia produrrà dal 2000 una mini-auto per l'Europa),... GM sembra quindi deciso a prendere il toro per le corna. Ma non gli sarà facile assicurarsi una redditività vicina quella dei concorrenti: ha difficoltà a creare modelli adattati alla domanda e la serie di scioperi degli ultimi anni ha deteriorato il clima sociale in seno al gruppo, mentre la direzione conta sulla mobilità del personale per trovare una via d'uscita.
I provvedimenti presi vanno nella giusta direzione, ma la strada da percorrere è ancora lunga. Nonostante l'azione sia conveniente, vi consigliamo quindi di mantenere, ma non acquistare. La collocazione in Borsa di Delphi sarà seguita da una distribuzione di azioni agli azionisti GM. Vi terremo al corrente sulle modalità dell'operazione.

condividi questo articolo