Analisi
Italcementi 19 anni fa - lunedì 2 novembre 1998

ITALCEMENTI

Italcementi (14.920 lire) è la prima società produttrice di cemento in Italia. Le vendite di cemento rappresentano il 62% del suo fatturato complessivo, quelle di calcestruzzo il 32%, mentre il resto è relativo alle attività d'ingegneria. I principali mercati sono la Francia e l'Italia dove realizza il 30% dei ricavi per Paese, l'America del Nord (15%), gli altri Paesi occidentali europei e la Turchia. Nel 1° semestre, gli utili derivanti dalla gestione industriale sono aumentati di circa il 20% su base annua. Tale risultato deriva dall'aumento dei prezzi e dei volumi di vendita negli USA e in Italia, ma anche dalla ristrutturazione della filiale Ciments Français che ha ridotto i costi di produzione, oltre all'indebitamento. Per il '98 stimiamo per Italcementi un utile corrente (senza costi e ricavi straordinari) di circa 500 lire per azione (+25% rispetto al '97). Per il '99 il gruppo dovrebbe beneficiare della riduzione degli oneri finanziari (interessi pagati sui prestiti...) grazie alla riduzione dell'indebitamento, ma dovrebbe godere anche del buon andamento dei mercati italiano e francese e, in misura minore, di quello nordamericano. Il gruppo ha di recente acquisito una società produttrice di cemento in Tailandia, dopo le acquisizioni in Bulgaria e in Kazakistan espandendosi in mercati più redditizi di quelli occidentali.
Italcementi si internazionalizza progressivamente, ma altri concorrenti (v. pagina 11) sono già molto più radicati all'estero. L'azione è cara. Non acquistare.

ITALCEMENTI

L'internazionalizzazione del gruppo è ancora insufficiente. Non acquistare.

 

 

condividi questo articolo