Analisi
TIM 19 anni fa - lunedì 16 novembre 1998

TIM

Telecom Italia Mobile (TIM – 10.040 lire) è il primo operatore di telefonia mobile in Europa. Nei primi nove mesi dell'anno gli utili sono aumentati del 55% rispetto allo stesso periodo del '97 e il fatturato del 24%, in linea con le nostre attese. La società ha di recente comunicato una serie di obiettivi: prevede di raggiungere i 19,2 milioni di abbonati in Italia entro il 2001 da 14,3 milioni (stimati) alla fine del '98 mantenendo una quota di mercato del 60% circa contro il 72% attuale. Nello stesso tempo prevede di raggiungere i 10 milioni d'abbonati oltrefrontiera dai 5 milioni attuali. Gli utili previsti ne risentiranno, dopo i forti rialzi di questi ultimi anni. TIM in effetti beneficia, al momento, di una situazione di favore avendo un solo concorrente (Omnitel) a causa del ritardo relativo nella concessione della terza licenza a Wind. Presto saranno quattro le società presenti sul mercato italiano: la quarta dovrebbe essere autorizzata entro la metà del '99. All'estero su alcuni mercati quali Germania e Gran Bretagna, la concorrenza sarà ugualmente agguerrita, creando delle pressioni sui prezzi. La redditività di TIM sarà inoltre minata dagli investimenti necessari per espandersi oltrefrontiera (3.000 miliardi di lire nei prossimi tre anni).
Rispetto alle prospettive della società il prezzo dell'azione ci sembra caro. Non acquistare.

TIM

Il prezzo dell'azione, tenendo conto delle prospettive di Tim, ci sembra caro. Non acquistare.

 

 

condividi questo articolo