Analisi
Innogenetics 18 anni fa - martedì 1 dicembre 1998

INNOGENETICS

• Biotecnologia
• Easdaq
• 40 dollari

Dieci giorni fa, la società di biotecnologia belga INNOGENETICS ha scosso il mercato per una consistente perdita (0.22 dollari per azione) subìta nel terzo quadrimestre del '98. Sebbene siamo rimasti colpiti dall'entità della perdita, i risultati negativi non ci hanno realmente sorpreso. Ci aspettavamo infatti che nell'anno in corso e nel prossimo avrebbe accusato una perdita. Ciò che ci aveva portato a apprezzare l'azione, era il potenziale di crescita nel settore terapeutico soprattutto nei confronti dell'Epatite C (HCV). La società ha confermato che le vendite dei test sulla diagnosi di questa malattia stanno progredendo con passo regolare e che i propri sforzi per scoprire un vaccino per sconfiggerla (il 3% della popolazione ne soffre in maniera cronica) stanno aumentando sensibilmente. Nei prossimi mesi c'è il rischio che il prezzo dell'azione sia soggetto a saliscendi, in relazione agli accordi commerciali che il gruppo di Gand vuole ora (ri)negoziare con nuovi partners. Una ragione delle perdite sofferte nel terzo quadrimestre risiede nel fatto che tre dei principali partner di Innogenetic sono stati acquisiti. I nuovi acquirenti stanno adesso rivedendo i precedenti accordi con INNOGENETICS e ciò ha causato uno stop nelle vendite di alcuni prodotti.

Sebbene il terzo quadrimestre si sia chiuso male e malgrado le incertezze sul fronte commerciale, siamo positivi sul titolo poiché le improvvise difficoltà non influiranno più di tanto sul potenziale di crescita della società a lungo termine. ACQUISTARE.

ANDAMENTO DI INNOGENETICS IN DOLLARI

condividi questo articolo