Analisi
ASM Lithography 18 anni fa - martedì 26 gennaio 1999

ASM LITHOGRAPHY

• Semiconduttori
• Amsterdam
• 39,75 euro, 83,63 fiorini olandesi

Settimana scorsa, ASML ha reso note le cifre relative all'esercizio 1998: i profitti, rispetto al 1997 sono scesi del 58% (da 2,38 fiorini olandesi per azione a 0,98, cioè da 1,22 euro a 0,5 euro). Ciò è principalmente dovuto a una leggera perdita nella seconda metà dell'anno causata dalla recessione che ha colpito tutti i principali produttori di chip (Intel, Motorola, Samsung,...) i quali, conseguentemente, hanno bloccato i loro investimenti. Si prevede che il mercato dei micro-chip riparta nella seconda metà del 1999, considerando che le aziende ci impiegano circa sei mesi per fare nuovi ordini è facile prevedere che anche il 1999 sarà un anno difficile per la società olandese.
Probabilmente, ASML chiuderà il semestre dell'anno in rosso. Mentre per tutto il 1999 riteniamo che si chiuda con un leggero profitto, favorito dalla struttura societaria molto flessibile e da un miglioramento del portafoglio ordini. Nonostante le cifre non proprio positive, sono tre gli elementi che rinforzano la nostra fiducia nella società:
1. Il bilancio, sostenuto da una forte liquidità, è molto solido e quindi "ammorbidisce" i colpi della recessione, proteggendo la società dai problemi finanziari. 2. Una superiore capacità tecnologica permette una crescita delle quote di mercato (dal 25% del 1997 al 30% nel 1998).
3. Il previsto cambio di tendenza nel mercato rivitalizzerà i profitti a partire dal 2000.

Benché il panorama per il 1999 sembri deludente il prezzo del titolo si è ben ripreso dai minimi toccati a metà del 1998. Riteniamo che le buone previsioni per il 2000 siano già comprese nel prezzo, ma crediamo anche che il nuovo secolo sia un punto di svolta per il successo del mercato dei semiconduttori. MANTENERE.

condividi questo articolo