Analisi
BNL 18 anni fa - martedì 5 gennaio 1999

BNL

La Banca Nazionale del Lavoro (BNL 2,64 euro - 5.112 lire) è stata appena privatizzata a 4.550 lire (2,34 euro) per azione. Il controllo è oggi detenuto da un patto (25% del capitale) fra la spagnola BBV, la Popolare Vicentina e l'INA. BNL ha una rete di vendita poco sviluppata (670 sportelli), ma distribuita in tutta la Penisola, soprattutto nelle città. Fino ad oggi i suoi clienti sono quindi stati soprattutto i grandi gruppi industriali, con i quali collabora anche all'estero (Russia, Sud America...) che le hanno permesso di diventare n° 1 nel factoring (gestione attiva dei crediti) tramite Ifitalia e n° 3 nel leasing (locazioni con scopi di finanziamento) con Locafit. In futuro, la banca punta a rafforzarsi nei servizi alle famiglie, come la gestione del risparmio. Allo scopo ha quindi creato BNL Gestioni, che concentrerà tutta l'attività di analisi finanziaria e che lancerà nuovi prodotti: gestioni patrimoniali in fondi, fondi pensione, fondi di diritto irlandese a più comparti di investimento... In collaborazione con l'INA, la BNL distribuisce inoltre polizze vita ai propri sportelli e controlla il Banco di Napoli, con il quale è ancora in discussione una possibile integrazione. Questa permetterebbe di potenziare il piano di riduzione dei costi, che già prevede tremila dipendenti in esubero.
Lo sviluppo dei servizi alle famiglie e il piano di riduzione dei costi sono positivi. L'azione è correttamente valutata. Acquistare.

BNL (in euro)

Dopo la privatizzazione, il futuro di BNL è promettente grazie ai nuovi servizi. Potete acquistare.

 

 

condividi questo articolo