Analisi
Marzotto 18 anni fa - lunedì 18 gennaio 1999

MARZOTTO

MARZOTTO (8,57 euro - 16.594 lire) è attivo nel settore tessile, con la produzione e commercializzazione di filati e tessuti (31% del fatturato) e di abbigliamento per uomo, donna e bambino (69%). La società realizza il 75% delle vendite al di fuori dell'Italia. Secondo le nostre stime, MARZOTTO ha registrato nel '98 vendite in aumento del 9% e un utile per azione in crescita del 20%. Tuttavia, il '99 si prospetta meno favorevole a causa dell'indebolimento della domanda di tessuti in Europa, della maggiore concorrenza nel settore abbigliamento e delle crisi asiatica e sud-americana. L'utile per azione dovrebbe salire solo del 7%. In tale contesto, la società accelera il processo di ristrutturazione per diventare più redditizia. Vende le filiali senza prospettive di utile a breve termine e decentra la produzione nelle regioni con manodopera meno costosa (Repubblica Ceca). Inoltre intensifica la propria presenza nell'abbigliamento femminile, dove è ancora poco presente. La filiale Hugo Boss lancerà l'anno prossimo la prima collezione donna. Infine, per crescere più velocemente, mira ad acquisire altre imprese (si parla di Ferrè). MARZOTTO ha approvato un aumento di capitale di 20 miliardi (circa 10 milioni di euro) per finanziare il programma di acquisizioni e l'emissione di un prestito obbligazionario di 300 miliardi di lire (circa 155 milioni di euro).
Malgrado le difficoltà per il '99, la strategia messa a punto (riduzione dei costi, concentrazione delle attività e crescita all'estero) si mostra vincente. Poetete acquistare l'azione.

MARZOTTO

Un'acquisizione spingerebbe la crescita degli utili. Interessante.

 

 

condividi questo articolo