Analisi
IBA 18 anni fa - martedì 23 febbraio 1999

IBA

• Acceleratori di particelle
• Bruxelles (Euro.NM)
• 275,5 Euro, 11.114 Franchi Belgi

Settimana scorsa, il leader mondiale nella produzione di acceleratori di particelle - IBA - ha reso noto risultati contrastanti. La buona notizia è che dopo aver contabilizzato l'acquisizione della società svedese Mediflash, avvenuta alla fine del '98, l'utile è di circa il 18% più alto di quanto previsto al momento della quotazione, avvenuta a giugno, raggiungendo i 2,18 Euro per azione. La cattiva notizia invece è che l'ammortamento del goodwill legato a questa acquisizione (spesato nella sua totalità già nel 98) i riduce questo risultato a 0,55 Euro per azione. Ma se noi diamo un'occhiata più da vicino, questa notizia è veramente cattiva? Un semplice calcolo dimostra che se l'ammoertamento del goodwill fosse stato suddiviso in 5 anni, come accade normalmente in questi casi, IBA avrebbe raggiunto in pieno i suoi obbiettivi... Una cosa è certa: la decisione di spesare immediatamente il goodwill significa che l'acquisizione di Mediflash darà i suoi profitti sin da quest'anno, sul piano economico. Dal punto di vista strategico non c'è dubbio che l'acquisizione avrà un impatto positivo su IBA, in quanto rappresenta un passo in avanti nella politica di offrire ai clienti la più vasta gamma possibile di prodotti. Se poi aggiungiamo a questo le enormi possibilità di applicazione che hanno i prodotti di IBA, come radiografie, terapie contro il cancro o gli ionizzatori industriali (sterilizzazione dei cibi e degli strumenti medici) e facile pensare che IBA ha grosse possibilità di crescita. Secondo noi nel 2001 dovrebbe ottenere un utile per azione di almeno 5 Euro.

Sin dal momento del suo debutto in Borsa IBA ha sempre fatto molto meglio del mercato. Secondo noi il prezzo del titolo sconto largamente le aspettative - in altre parole è caro. L'annunciato aumento di capitale, che conferma l'intenzione della società di crescere tramite acquisizioni, ha fatto balzare il prezzo. Vi consigliamo di MANTENERE.

condividi questo articolo