Analisi
Italcementi 18 anni fa - lunedì 22 febbraio 1999

ITALCEMENTI

La filiale francese di ITALCEMENTI (9,84 euro; 19.053 lire), Ciment Français, ha pubblicato i risultati per il '98. Il fatturato è aumentato solo del 5%, ma l'utile è salito di circa il 50%. Tale risultato deriva dal calo degli oneri finanziari (riduzione dell'indebitamento) degli oneri straordinari (ristrutturazione) e dal miglioramento delle vendite in Francia (30% del fatturato) e nell'America del Nord (15%). Abbiamo quindi rivisto al rialzo le nostre previsioni di utile per ITALCEMENTI per il '98 (0,265 euro per azione) e per il '99 (0,354 euro). Per quest'anno, prevediamo una crescita dei mercati delle costruzioni francese e italiano, grazie alla ripresa dei lavori pubblici (Giubileo) e al basso livello dei tassi d'interesse. Negli Stati Uniti, il mercato del cemento dovrebbe essere sostenuto dal rinnovo delle autostrade previsto per i prossimi 5 anni. Le condizioni favorevoli del mercato e i bassi costi dovrebbero aiutare ITALCEMENTI a finanziare la propria internazionalizzazione. Sotto questo profilo, la società rimane indietro rispetto ai concorrenti, soprattutto in Asia. Nell'Europa dell'Est, esistono invece possibilità di acquisizione a buoni prezzi, come quella recente in Bulgaria, dove il gruppo diventa leader di mercato.
La migliorata situazione finanziaria offre a ITALCEMENTI dei margini di manovra per internazionalizzarsi. Tuttavia in molti luoghi i prezzi per le acquisizioni sono aumentati molto, riducendo le opportunità. L'azione è inoltre cara. Non acquistare.

ITALCEMENTI

 

Il prezzo è sensibile alla congiuntura. L'azione è cara. Non acquistare.

 

 

condividi questo articolo