Analisi
Luxottica 18 anni fa - lunedì 1 febbraio 1999

LUXOTTICA

L'italiana LUXOTTICA (xxx dollari - xxx lire; LUX.N), il N° 1 al mondo del mercato degli occhiali "firmati" (Armani, Bulgari, Vogue...), realizza il 70% circa delle vendite negli USA. Il 1998 non è stato un anno brillante per la società. Le vendite sono aumentate del 7,5%, mentre l'utile per azione è cresciuto solo del 2,5% rispetto al 1997 (dati espressi in lire), a causa soprattutto della debole domanda e dei costi legati all'apertura di oltre 100 negozi della sua filiale americana LensCrafter (N° 1 al mondo nella distribuzione di occhiali). In futuro tuttavia i risultati di LUXOTTICA dovrebbero migliorare. Nel 1999 terminerà infatti la ristrutturazione di LensCrafters (prevista apertura di 20-30 negozi). Inoltre la possibile acquisizione dell'americana Ray-Ban (con cui è in trattative) potrebbe aumentare la sua quota di mercato negli USA (oggi circa il 15%). Infine la società continua con successo l'internazionalizzazione: ha appena aperto una fabbrica in Cina.
Nonostante le deboli performance del '98, l'avvenire della società è promettente. I suoi sforzi nella ristrutturazione, internazionalizzazione e controllo della distribuzione dovrebbero dare buoni frutti già a partire dal 1999 (prevediamo un utile per azione in crescita del 15% rispetto al '98). Al prezzo attuale l'azione è conveniente. Acquistare.

LUXOTTICA

Nel '99 i risultati del gruppo dovrebbero migliorare. Approfittate del calo del titolo per acquistare.

 

 

condividi questo articolo