Analisi
Falck 18 anni fa - lunedì 22 marzo 1999

FALCK

FALCK (6,96 euro - 13.476 lire) opera nel campo della produzione di energia elettrica tramite la Sondel (65% circa delle vendite totali nel '98 e in ulteriore crescita nei prossimi anni), delle lavorazioni speciali degli acciai, nel settore ambientale (trattamento e smaltimento rifiuti...) e in campo immobiliare (valorizzazioni aree industriali dismesse).
La FALCK ha stretto un accordo col gruppo Agarini per unire le rispettive attività in campo ambientale (attraverso la controllata CMI) e costituire un polo in grado di raggiungere una maggiore massa critica (unione competenze e riduzione costi). Queste attività, ora in perdita, dovrebbero raggiungere risultati positivi dal 2001.
Nel '98 le vendite e gli utili nel comparto energia sono cresciuti di circa il 50% annuo, grazie al piano di costruzione di nuove centrali. Inoltre le vendite dovrebbero aumentare di un altro 45% entro il 2000 (con conseguente crescita degli utili). FALCK ha anche acquisito una piccola partecipazione nella Bell - principale azionista di Olivetti, vedi infra - ma troppo marginale per influire sul gruppo.
Le prospettive della società sono positive, soprattutto in campo energetico, ma il prezzo del titolo, caro, ne tiene già conto. Non acquistare.

condividi questo articolo